Consigli - (per chi è proprio digiuno)

Si parla di danza classica
Avatar utente
eliana74
Messaggi: 311
Iscritto il: 31 ott 2002 11:11

Messaggio da eliana74 » 08 giu 2003 13:29

Torino è una buona piazza per il balletto. Io ho visto spettacoli e artisti notevoli: la Savignano, la Ferri, il Miami City Ballet e il Bolshoij (si scrive così?). Ve ne sono stati anche altri notevoli: mon amour Baryshnikov, Maurice Bejart, tanto per dire.
Quest'anno abbiamo in cartellone al Regio tre spettacoli con il....Kirov!!!
Ale, ti spetto quindi a Torino per calienti pomeriggi ballettofili!
Anche secondo me, per iniziare è forse meglio buttarsi sui "classic favourites" come direbbero al met: Lago, Schiaccianoci, Giselle, etc.
Saluti,
E.


Yes, there were times, I'm sure you knew
When I bit off more than I could chew.
But through it all, when there was doubt,
I ate it up and spat it out.
I faced it all and I stood tall;
And did it my way.

Avatar utente
matabr1967
Messaggi: 618
Iscritto il: 13 lug 2001 15:47
Località: Padova

Messaggio da matabr1967 » 09 giu 2003 07:57

Caro Carlo,
hai colpito nel segno.
La Bella Addormentata e Romeo e Giulietta sono due pietre miliari della danza, ma di due epoche completamente diverse.
Il primo è forse il Balletto Classico per antonomasia: è l'apoteosi della scuola franco-italiana (non dimentichiamo che Petipa era francese), ossia la danza romantica francese stile Giselle, tutta lirismo, e il virtuosismo, specie maschile, di quella italiana.
Il balletto si compone di grandi scene d'insieme, passi a due, pas d'ensemble e una miriade di variazioni per i solisti, quindi "numeri chiusi" come dici tu.
Il tutto viene unito dalla musica di Ciaikovski, un vero tripudio di fantasia, stupende melodie e orchestrazione finissima: molti critici hanno giudicato la musica assai superiore al disegno coreografico.
Altro discorso per Romeo e Giulietta.
Prokofiev comunque si rifa alla tradizione tardo-ottocentesca russa,e quindi a Ciaikovski e anche a Glazunov, autore di RAYMONDA, di cui avremo modo di parlare.
Secondo me la caratterizzazione che da di alcuni personaggi, i due protagonisti ma soprattutto Mercuzio e la Nutrice, è eredità proprio dei Pas de caractère del III atto della Bella Addormentata (LE NOZZE DI AURORA).
Naturalmente il dramma di Shakespeare non poteva essere portato sulle scene come gli altri.
Prokofiev propone essenzialmente una storia che è già destinata a terminare nella tragedia e quindi la musica è una continua lotta tra i vari sentimenti d'amore e di odio.
Il tutto in un linguaggio sinfonico novecentesco, che alle prime prove provocò la protesta degli orchestrali e del corpo di ballo per la difficoltà della musica.

Coreograficamente, Romeo e Giulietta ha avuto moltissime versioni, tra cui ricordo quelle bellissime di John Cranko, Kenneth Mac Millan, Grigorovic: la storia e la musica hanno potuto essere interpretate in vari modi.
La Bella ha avuto meno versioni, e tutte rispettose della prima, che rimane imbattibile.

Saluti.
Matteo
"Conosco un Tizio con una gamba di legno di nome Smith..."
"Ah sì? E come si chiama l'altra gamba?"

(da Mary Poppins)

Carlo
Messaggi: 4709
Iscritto il: 07 apr 2003 11:37

Messaggio da Carlo » 09 giu 2003 19:38

Caro Matteo,
grazie per la bella esposizione... sono contento di averci azzeccato pur avendo visto solo due balletti completi e mai dal vivo
:D :D
Ora ricordo che il bellissimo Romeo e Giulietta che vidi in televisione fu proprio quello di Kenneth Mac Millan :D :D

Mi incriosisce questa Raymonda di cui non so nulla... spero se ne parlerà presto

Ciao Carlo
:) :D :hehe:
Ah! parais, tu sais si j'admire
Ton charmant sourire, tes divins attraits!

De tes yeux qu'un rayon de flamme
Penetre mon ame et m'ouvre les cieux!

Avatar utente
matabr1967
Messaggi: 618
Iscritto il: 13 lug 2001 15:47
Località: Padova

Messaggio da matabr1967 » 10 giu 2003 07:23

Eccoti accontentato: la storia di Raymonda su STORIA DEI GRANDI BALLETTI NARRATIVI.

Matteo
"Conosco un Tizio con una gamba di legno di nome Smith..."
"Ah sì? E come si chiama l'altra gamba?"

(da Mary Poppins)

Carlo
Messaggi: 4709
Iscritto il: 07 apr 2003 11:37

Messaggio da Carlo » 11 giu 2003 08:44

Letta... grazie mille!

In effetti nonostante le promesse (spettri maledizioni sogni e premonizioni...) lo sviluppo della trama delude un po' ma molte situazioni immagino che possano essere vermente difficili tecnicamente affascinanti e spettacolari....

grazie ancora

alla prossima

carlo
Ah! parais, tu sais si j'admire
Ton charmant sourire, tes divins attraits!

De tes yeux qu'un rayon de flamme
Penetre mon ame et m'ouvre les cieux!

Avatar utente
alcarrega
Messaggi: 105
Iscritto il: 13 lug 2001 15:51
Località: Parigi, Francia
Contatta:

Messaggio da alcarrega » 21 giu 2003 15:35

matabr1967 ha scritto:La parte più incredibile è il secondo atto - IL REGNO DELLE OMBRE.
Da una pedana a zig zag sul fondo della scena, rigorosamente buia, trentasei candide ballerine scendono una alla volta sul palcoscenico e quindi eseguono delle bellissime figure d'insieme, nel tipico stile popolare russo del KHOROVOD: da brividi e lacrime.
già! stupendo! La mia professoressa di danza ci ha fatto fare lo stesso movimento che fanno le 36 ballerine... oddio!!!! mi sembrava di morire! no potete immaginare quant'è difficile, anche se sembra una cosa molto semplice : andare avanti una gamba tesa indietro, alzata a 90 gradi, con tutti i movimenti di braccia... ??? secondo me, eravamo ridicole!!!!!
noi non davamo ne brividi ne lagrime, ma scopiate di ridere!!!
:D
Je peux résister à tout... sauf à la tentation.
Oscar Wilde

Avatar utente
alcarrega
Messaggi: 105
Iscritto il: 13 lug 2001 15:51
Località: Parigi, Francia
Contatta:

Messaggio da alcarrega » 21 giu 2003 15:41

[quote="Idomeneo"][/quote]
Se ti capita venire a Parigi, magari potrai vedere "La Bayadere" all'opera di Parigi. Hanno fato una produzione stupenda, con costumi e decori meravigliosi! :clap:
Magari trovo qualche informazioni da comunicarvi a proposito...
Je peux résister à tout... sauf à la tentation.
Oscar Wilde

Avatar utente
alcarrega
Messaggi: 105
Iscritto il: 13 lug 2001 15:51
Località: Parigi, Francia
Contatta:

Messaggio da alcarrega » 21 giu 2003 15:46

alcarrega ha scritto:Magari trovo qualche informazioni da comunicarvi a proposito...
ecco! con musica e fotografie!
http://www.opera-de-paris.fr/mag/bayadere/trailer.asp
Je peux résister à tout... sauf à la tentation.
Oscar Wilde

Rispondi