SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Rispondi

La RAI ha messo in onda il varietà "Mettiamoci all'opera". Cosa ne pensate?

Dal momento che la musica lirica è così poco presa in considerazione dalla RAI, si tratta, tutto sommato, di un fatto positivo.
27
28%
L'impostazione del programma è del tutto censurabile ed insoddisfacente è il risultato.
57
60%
Soddisfacente da ogni punto di vista.
0
Nessun voto
Conduzione, ospiti e giuria lodevoli ma concorrenti sotto il livello di guardia.
4
4%
Concorrenti promettenti ma conduzione, ospiti e giurati censurabili.
7
7%
 
Voti totali: 95

pasquale uno
Messaggi: 1131
Iscritto il: 23 dic 2008 20:34

Re: SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Messaggio da pasquale uno » 28 dic 2009 13:55

la lirica e opere in tv anche se fatte in modo "leggero" devono essere fatte e dirette da persone che hanno la passione dell'opera,e devono essere anche istruttive,non farcite da battute stupide,e senza senso,come hanno fatto quei due "comici".Cerchino di alzare la qualita per la seconda puntata...
Riguardo la Ricciarelli e ora che vada a cercarsi altri lidi...



Avatar utente
marcum
Messaggi: 1415
Iscritto il: 18 ott 2005 14:04
Località: Roma

Re: SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Messaggio da marcum » 28 dic 2009 14:08

mariocavaradossi ha scritto:Esattamente nel novembre/dicembre dell'anno scorso ricordo benissimo che parlavo con il direttore che diresse la puntata di Serata d'onore condotta da Pippo Baudo proprio del fatto che i produttori del programma volessero a tutti i costi ridurre le arie a lunghezze di un paio di minuti al massimo.
In quell'occasione Baudo si consultò con il direttore della rivista L'Opera, Sabino Le Noci (che poi era anche in giuria) e con il direttore d'orchestra per la scelta delle arie e loro arrivarono perfino a minacciare di andarsene nel caso si volessero tagliare le arie in modo indecoroso e nocivo per una performance che avesse un minimo di credibilità.
La presenza dei BIG e cioè dei cantanti in carriera che duettavano con i concorrenti fu un altro motivo per battersi affinchè il loro intervento non venisse sprecato in un paio di note.
Il risultato fu che si scelsero arie e duetti che non durassero più di 5 minuti, ma che vennero eseguiti SENZA TAGLI ( se non quelli di tradizione che si ascoltano normalmente in teatro).
Premesso che si tratta sempre di serate di varietà, la presenza di persone addette ai lavori come la Ricciarelli o Stinchelli avrebbe dovuto garantire un minimo di serietà alla cosa anche a costo, come fu per Serata d'Onore, di liti e prese di posizione nette nei confronti dei produttori i quali non capiscono evidentemente nulla di lirica, invece che sottostare a qualunque condizione pur di apparire in tv.
Per un attimo di "celebrità" questo ed altro caro amico... !
What a wonderful world it could be, if only we would give a chance!

Avatar utente
operafatal
Messaggi: 257
Iscritto il: 18 nov 2009 14:36
Località: Marche

Re: SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Messaggio da operafatal » 28 dic 2009 16:53

Onore a Ruggerino nostro che evita i programmi della tv italiana come la peste, a meno che non siano moooolto professionalmente attinenti al suo "mestiere" (vedi prima della prima) ma si sa...signori si nasce.
[b][i][color=#00BF00]Si es atal es atal[/color][/i][/b]
[b][i][color=#BF00FF]Raimondi forever![/color][/i][/b]

Avatar utente
asklepio
Messaggi: 13148
Iscritto il: 08 ago 2005 00:18
Località: Pistoia

Re: SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Messaggio da asklepio » 28 dic 2009 17:54

operafatal ha scritto:Onore a Ruggerino nostro che evita i programmi della tv italiana come la peste, a meno che non siano moooolto professionalmente attinenti al suo "mestiere" (vedi prima della prima) ma si sa...signori si nasce.
Operafatal, per un attimo ho pensato al porcospino di Marilisa, poi ho visto la tua firma...
Per analogia e per sorridere un poco Pierino Porcospino:

http://www.youtube.com/watch?v=M5eUHI8KMg4
Prendete un'ostrica bella signora
alla buonora, alla buonora

Immagine

Avatar utente
Tosca
Messaggi: 28418
Iscritto il: 13 lug 2001 14:27
Località: Viareggio

Re: SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Messaggio da Tosca » 28 dic 2009 21:01

asklepio ha scritto:
operafatal ha scritto:Onore a Ruggerino nostro che evita i programmi della tv italiana come la peste, a meno che non siano moooolto professionalmente attinenti al suo "mestiere" (vedi prima della prima) ma si sa...signori si nasce.
Operafatal, per un attimo ho pensato al porcospino di Marilisa, poi ho visto la tua firma...
Per analogia e per sorridere un poco Pierino Porcospino:

http://www.youtube.com/watch?v=M5eUHI8KMg4
:lol:
Immagine

Mala tempora currunt sed peiora parantur

Marilisa Marilì Lazzari

Avatar utente
marcum
Messaggi: 1415
Iscritto il: 18 ott 2005 14:04
Località: Roma

Re: SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Messaggio da marcum » 29 dic 2009 08:27

max_sie ha scritto:se si vuole fare ironia sul mondo dell'opera perchè non chiamare la Littizzetto??? sa di cosa si parla e sa essere pungente........
Perchè la Littizzetto oltre che non aver peli sulla lingua è anche molto competente... li avrebbe distrutti in massa! :mrgreen: a non è detto che non lo faccia a "Che tempo che fà!"
:rider
What a wonderful world it could be, if only we would give a chance!

rturi
Messaggi: 377
Iscritto il: 02 apr 2007 09:50

Re: SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Messaggio da rturi » 29 dic 2009 10:52

Voglio dire anch'io la mia sulla trasmissione.Anzitutto ha fatto bene Enrico a far parte della giuria esprimendo schiettamente il suo parere.Secondo,sempre seguendo Enrico,si deve sottolineare il fatto che soltanto il 2% degli ascoltatori segue la lirica,mentre il resto la aborrisce.Quindi ben vengano anche queste trasmissioni che fanno arricciare il naso ai puristi.Aggiungo soltanto che in qualunque trasmissione i brani di musica lirica (quelli più popolari)ottengono i maggiori applausi.
Riccardo

Ariodante
Messaggi: 20
Iscritto il: 27 mar 2009 16:36

Re: SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Messaggio da Ariodante » 29 dic 2009 13:26

Alcune brevi osservazioni sullo “spettacolo” presentato dal Frizzi. Se non sbaglio quando Benigni lessa alla tele la Divina Commedia non si sognò certo di tagliare i canti danteschi o di parafrasarli nella vulgata corrente; perché non riservare lo stesso trattamento al melodramma ? E’ forse genere minore? Riguardo poi ai cantanti scelti, ci dovrebbero delucidare circa i criteri con cui sono stati scelti: giovani promesse? Non credo, a giudicare dall’età di alcuni; per meriti artistici conclamati? Dubito, visto per esempio l’esisto pavimentale del soprano che ha massacrato con gustoso corredo condito da mossette, l’aria di Olimpia. Ma poi, di quale opera si è trattato visto che buon tre quarti dei pezzi erano pop, folk ecc.? vogliamo parlare poi dei giudici? Glissando sulla Berti, capisco che la Ricciarelli è stata una grande cantante – devo dire che mi sono intenerito al bellissimo pezzo scritto da Steccanella sulla nostra, ricordando anche una sua bellissima Elisabetta di Valois sentita tanti anni fa al Covent Garden – capisco che debba sbarcare il lunario, ma la dignità …; sono curioso di conoscere i commenti di Stinchelli sulla kermesse – è possibile che argent fait tout? Vogliamo divulgare l’opera? Che la RAI faccia fare allora un programma alla Cecilia Nazionale: sono sicuro che Bartoli con la sua verve, personalità e intelligenza farebbe digerire anche al pubblico di Amici le arie per castrati, sciorinate con tutto il corredo di variazioni (avete visto il video in cui Cecilia appare impennacchiata cantando “Son qual nave”?). A parte gli scherzi non vedo perché per divulgare l’opera si debbano perpetrare simili massacri televisivi.
Aridatece Baricco!!!!


PS volevo fare ancora i complimenti a Steccanella per il pezzo sulla Katia; ma un apprezzamento va anche a tutti suoi interventi in generale che mai si tingono di quei toni di acrimonia, di verità indiscussa che tanto spesso pervadono alcuni degli interventi. Finisco con un piccolo omaggio. Ho scaricato da OS una Maria Stuarda con Caballè da Monaco del 1979; ho avuto la fortuna di assistere allo spettacolo e ricordavo un’interpretazione leggendaria: non mi sbagliavo. :love: :love:

Avatar utente
HenryTWizard
Messaggi: 11000
Iscritto il: 26 set 2002 13:01
Contatta:

Re: SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Messaggio da HenryTWizard » 29 dic 2009 14:20

Gran parte dei post che quivi ho letto confermano la sensazione netta di una 'nicchia' in cui taluni melomani vogliono stiparsi, come i poveri albanesi sul gommone o, per evocare un noto dipinto, come i naufraghi del "Radeau de la Méduse". Mi piacerebbe sapere cosa fanno questi signori, che usano termini tanto insultanti, per la tanto amata Opera lirica. Sinceramente non lo so. Non basta qualche coda e qualche trasferta per giustificare questo amore: io sono per il "fare", da quando ho iniziato a occuparmi di Opera. Tant'è che vi sto scrivendo da Monaco, dove ieri sera- per la cronaca- 2500 persone hanno tributato presso il mitico Gasteig standing ovations al Galà d'Opera italiana che da ben 7 anni vede protagonista il sottoscritto con alcuni valenti colleghi, e che percorre (talvolta anche due volte l'anno) le più grandi sale concertistiche della Germania, quelle in cui si esibisce abitualmente il Gotha della musica mondiale. Chi mi conosce bene sa che non me la tiro mai, e che sono una delle persone più disponibili e concilianti del mondo, ma una tantum (quando leggo di "personaggi sputtanati da tempo" ....) vale la pena di compiere qualche 'memento homo'. Sempre che l'"homo" in questione sappia "mementare"...

Risponderò a MarioCavaradossi, il quale pone un paragone tra Baudo e Frizzi. Non smentisco una virgola di ciò che scrissi sulla trasmissione di Baudo, ma mi chiedo cosa cavolo c'entra un paragone tra i due programmi. Sappia il signor Cavaradossi che di "Mettiamoci all'Opera" io non sono né autore, né regista, né responsabile del casting....Sono stato chiamato come giurato ed essendo io un professionista, come tale ho offerto la mia prestazione.Con la mia consueta onestà di giudizio e, spero, con la necessaria competenza. La giuria di Baudo era abbastanza macabra, se non ricordo male, e tutto sommato, dopo averla conosciuta, preferisco di gran lunga Orietta Berti al direttore di quella rivista in carta patinata che nomar non oso. Intanto è una persona simpatica, un'artista ineccepibile, aveva una vocina intonata e dolce, e mi ha fatto divertire da matti con i film di "Suor Sorriso". Tanto per dirne una.

Termino dicendo che sarà un gran giorno per l'OPera quando uno solo dei telespettatori, di qualunque programma di carattere musicale, riuscirà a portare un solo giovane ascoltatore in teatro, o ad acquistare un disco, o ad iscriversi a un conservatorio.Statistica vuole che a fronte di milioni di telespettatori questo fatto possa avvenire più facilmente dopo un programma in prima serata su RaiUNo, che dopo aver sfogliato la succitata rivista o dopo aver partecipato a una discussione di questo genere, che ricorda tanto i borbottii dei nonni sulla sedia a dondolo.
"...eviterei l'ascolto per Radio, farebbe solo del male."(Liuc, Falstaff a Bologna ,giugno 2007)
official web site: http://www.enricostinchelli.it

Avatar utente
il_bonazzo
Messaggi: 15833
Iscritto il: 03 lug 2002 14:21
Località: Pescara

Re: SONDAGGIO - "Mettiamoci all'opera"

Messaggio da il_bonazzo » 29 dic 2009 15:00

HenryTWizard ha scritto:Gran parte dei post che quivi ho letto confermano la sensazione netta di una 'nicchia' in cui taluni melomani vogliono stiparsi, come i poveri albanesi sul gommone o, per evocare un noto dipinto, come i naufraghi del "Radeau de la Méduse". Mi piacerebbe sapere cosa fanno questi signori, che usano termini tanto insultanti, per la tanto amata Opera lirica. Sinceramente non lo so. Non basta qualche coda e qualche trasferta per giustificare questo amore: io sono per il "fare", da quando ho iniziato a occuparmi di Opera. Tant'è che vi sto scrivendo da Monaco, dove ieri sera- per la cronaca- 2500 persone hanno tributato presso il mitico Gasteig standing ovations al Galà d'Opera italiana che da ben 7 anni vede protagonista il sottoscritto con alcuni valenti colleghi, e che percorre (talvolta anche due volte l'anno) le più grandi sale concertistiche della Germania, quelle in cui si esibisce abitualmente il Gotha della musica mondiale. Chi mi conosce bene sa che non me la tiro mai, e che sono una delle persone più disponibili e concilianti del mondo, ma una tantum (quando leggo di "personaggi sputtanati da tempo" ....) vale la pena di compiere qualche 'memento homo'. Sempre che l'"homo" in questione sappia "mementare"...
Non vedo cosa c'entri il tuo lavoro per il quale riscuoti successi che nessuno pensa di sminuire con quella orrenda trasmissione alla quale hanno partecipato cantanti molto ma molto modesti, male organizzata e malissimo infarcita di siparietti orribili. Molto meglio i “tetri” giurati baudeschi, allora, a quell’orribile Francesco Salvi o ai penosi Lillo e Greg (e me ne dispiace,perché su radiodue fanno un bel programma).
Con la tua presenza hai dato l’avallo a una trasmissione penosa, ci vuole tanto ad ammetterlo? E grazie che non hai partecipato come autore o responsabile casting, ci sarebbe pure mancato questo.
HenryTWizard ha scritto:Termino dicendo che sarà un gran giorno per l'OPera quando uno solo dei telespettatori, di qualunque programma di carattere musicale, riuscirà a portare un solo giovane ascoltatore in teatro, o ad acquistare un disco, o ad iscriversi a un conservatorio.Statistica vuole che a fronte di milioni di telespettatori questo fatto possa avvenire più facilmente dopo un programma in prima serata su RaiUNo, che dopo aver sfogliato la succitata rivista o dopo aver partecipato a una discussione di questo genere, che ricorda tanto i borbottii dei nonni sulla sedia a dondolo.
A proposito di memento homo, vuoi davvero che recuperi blob trasmessi in barcaccia di cose anche migliori di questa chiosati da te con la frase “Questo è il modo di divulgare l’opera nel futuro? Adeguatevi voi, io non lo farò mai”.
"Spengi quella telecamera! Spengila, t'ho detto!!!"
Immagine

Rispondi