Che Katya che fa

Discussioni varie a sfondo musical operistico... ma non solo
Rispondi
Avatar utente
pears
Messaggi: 4643
Iscritto il: 24 set 2004 19:30
Località: nella bella Verona

Re: Che Katya che fa

Messaggio da pears » 02 ott 2006 13:43

Il_Bonazzo ha scritto:un mio anziano vicino di palco ha detto (spero che l'ortografia sia giusta): "La vosa l'è andà, ma g'à ancora due poppe!!!" :pip 8)
credo che l'esatta dizione sia:

"la vose l'è andà, ma (la) gà ancora due pope!!!" (in dialetto veronese non esistono le doppie)


"Ci capiamo noi due. Faremo colpo. (...) Sì voglio amarti tutta la vita!"
"Posso darti... del tu?"

Avatar utente
Berlioz
Messaggi: 22199
Iscritto il: 03 giu 2003 11:36
Località: Amsterdam

Messaggio da Berlioz » 02 ott 2006 14:07

b13ne ha scritto:Non avete sentito? Se c'è Katia, Montano viene a letto con la tuta da ginnastica ("Non l'ho mai visto in mutande!");
Appunto perché le mutande gliele strappava via insieme alla tuta
Al sesso non si applica il Principio di Esclusione di Pauli.

Avatar utente
Jo-Jo-San
Messaggi: 6425
Iscritto il: 13 feb 2006 10:36

Messaggio da Jo-Jo-San » 02 ott 2006 14:35

Berlioz ha scritto:
b13ne ha scritto:Non avete sentito? Se c'è Katia, Montano viene a letto con la tuta da ginnastica ("Non l'ho mai visto in mutande!");
Appunto perché le mutande gliele strappava via insieme alla tuta
:lol: :lol: :lol:
[i]...Non è nulla avere la voce. La voce è importante, perchè è la prima cosa. Ma allora devi lavorare e devi capire ogni parola, ogni frase...[/i]

elfo Finwë Carnesîr (dicono sia una bella cosa...)

Avatar utente
CheruChera
Messaggi: 2129
Iscritto il: 04 ott 2006 17:55

Messaggio da CheruChera » 22 ott 2006 18:19

Non so se possa interessare ma un mio amico ha assistito ad uno dei concerti della povera Katia e mi ha mandato la recensione per e-mail :

Alla fine Katia canto'.

Dopo avere, una settimana fa, tentato in maniera poco ortodossa di skippare
l'impegno preso con le casalinghe di Marghera cantando (si fa per dire) i
ritornelli di due canzoni napoletane e lasciando tutto il resto del concerto
a Cataldo Gallone, ieri sera Katia e' tornata sul palco dell'arena di piazza
del Mercato.

Lo stesso tipo che l'altra volta aveva fatto l'interminabile fervorino
iniziale l'ha rifatto questa volta, praticamente identico. Poi e' arrivato
Cataldo che, come l'altra volta, ha cantato la Furtiva lagrima. Poi, in
un'atmosfera sospesa, e' entrata lei.

In nero tragico ma con crinolina a volant stile Anna Glawari, la celebre
bionda capigliatura sobriamente raccolta, brandiva un ventaglio rosso
sangue. L'ha posato su un leggio li' a fianco e con impavido sprezzo del
pericolo ha attaccato Di tanti palpiti. Proprio quella, niente recitativo e
cavatina, subito dalla cabaletta. Che dire? Se facciamo un paragone con la
condizione vocale della settimana scorsa stava decisamente meglio ma lo
stato e' comunque disastroso. Il suono oscilla paurosamente a qualunque
altezza, il registro acuto non esiste piu', il grave viene esibito con
affondi nel registro di petto che la Obrasztzova, la Barbieri, probabilmente
persino Gabriella Besanzoni le avrebbero invidiato. Inutile continuare, e'
peggio che sparare sulla Croce Rossa.

Alternandosi al bel Cataldo ("È bravo, giovane e bello - che vogliamo di
piu'?" Katia dixit) che riproponeva piu' o meno la stessa serie di canzoni
napoletane e romanze di Tosti dell'altra volta (ottenendo il medesimo
entusiastico successo) Katia avrebbe poi cantato la Canzonetta spagnola di
Rossini (e io immaginavo il cielo squarciarsi e Marilyn Horne apparire
brandendo un fulmine vendicatore), un altro po' di Tosti e poi Memories,
Summertime (e ancora si apriva il cielo e questa volta Leontyne Price era il
Giove Ultore di turno), Non ti scordar di me, Marechiaro e cosi' via.

Quando Katia ha detto che pensava fosse meglio non fare intervallo ("se no
dopo no se catemo piu'" - parla per te, tu l'altra volta te ne sei scappata
durante la pausa) abbiamo capito che eravamo quasi in fondo.
Infatti il programma e' terminato con Libiamo, libiamo.

L'entusiasmo del pubblico era alle stelle, i bis quindi fioccarono. Prima 'O
sole mio (a due), poi Core 'ngrato (a due) poi, in un tripudio di folla,
l'Ave Maria di Schubert (cioe' la consueta polpetta con testo latino
arrangiata sul lied di Schubert). Come avevo detto l'altra volta, appellarsi
alla Madonna fa sempre bene.

Io e i miei amici masochisti siamo fuggiti dall'arena mentre il signore dei
fervorini, proclamando che avevamo assistito a un Evento Indimenticabile,
consegnava alla Katia sommersa di fiori una targa istoriata.
Tutto e' bene cio' che finisce bene.

La stagione di Marghera termina sabato prossimo con Tosca, nella quale
agiranno (come il signore dei fervorini ha tenuto a farci sapere) 107
PERSONE fra palcoscenico e orchestra. Wow, sono impressionato ma non credo
che andro'. Per quest'anno la mia razione di trash l'ho avuta in abbondanza.


Povera Katia!

Avatar utente
Tosca
Messaggi: 28306
Iscritto il: 13 lug 2001 14:27
Località: Viareggio

Messaggio da Tosca » 22 ott 2006 20:17

Cherubina ha scritto: Katia avrebbe poi cantato la Canzonetta spagnola di
Rossini (e io immaginavo il cielo squarciarsi e Marilyn Horne apparire
brandendo un fulmine vendicatore),
La Cellula Toscana possiede un raro documento di tale canzonetta Spagnuola.
Ce l'ha dato il Papero come anticipo sull'eredità. Naturalmente la registrazione è Paperesca e Live.
Al prossimo raduno - se mai faremo un altro raduno -lo portiamo.
:twisted:
Immagine

Mala tempora currunt sed peiora parantur

Marilisa Marilì Lazzari

Avatar utente
il_bonazzo
Messaggi: 15676
Iscritto il: 03 lug 2002 14:21
Località: Pescara

Messaggio da il_bonazzo » 23 ott 2006 09:01

Tosca ha scritto: La Cellula Toscana possiede un raro documento di tale canzonetta Spagnuola.
Non solo la Cellula Toscana....... 8)
"Spengi quella telecamera! Spengila, t'ho detto!!!"
Immagine

Avatar utente
Berlioz
Messaggi: 22199
Iscritto il: 03 giu 2003 11:36
Località: Amsterdam

Messaggio da Berlioz » 23 ott 2006 11:47

Messaggio della Madrehh:

Venerdi 20 Ottobre, ore 21:46:55

La Kationa che canta Le tagliatelle di Nonna Pina è stato un grande momento di teatro!
Al sesso non si applica il Principio di Esclusione di Pauli.

Avatar utente
silvy
Messaggi: 1453
Iscritto il: 05 ago 2006 23:47
Località: FIRENZE
Contatta:

Messaggio da silvy » 23 ott 2006 23:05

Cherubina ha scritto:Non so se possa interessare ma un mio amico ha assistito ad uno dei concerti della povera Katia e mi ha mandato la recensione per e-mail :

Alla fine Katia canto'.

Dopo avere, una settimana fa, tentato in maniera poco ortodossa di skippare
l'impegno preso con le casalinghe di Marghera cantando (si fa per dire) i
ritornelli di due canzoni napoletane e lasciando tutto il resto del concerto
a Cataldo Gallone, ieri sera Katia e' tornata sul palco dell'arena di piazza
del Mercato.

Lo stesso tipo che l'altra volta aveva fatto l'interminabile fervorino
iniziale l'ha rifatto questa volta, praticamente identico. Poi e' arrivato
Cataldo che, come l'altra volta, ha cantato la Furtiva lagrima. Poi, in
un'atmosfera sospesa, e' entrata lei.

In nero tragico ma con crinolina a volant stile Anna Glawari, la celebre
bionda capigliatura sobriamente raccolta, brandiva un ventaglio rosso
sangue. L'ha posato su un leggio li' a fianco e con impavido sprezzo del
pericolo ha attaccato Di tanti palpiti. Proprio quella, niente recitativo e
cavatina, subito dalla cabaletta. Che dire? Se facciamo un paragone con la
condizione vocale della settimana scorsa stava decisamente meglio ma lo
stato e' comunque disastroso. Il suono oscilla paurosamente a qualunque
altezza, il registro acuto non esiste piu', il grave viene esibito con
affondi nel registro di petto che la Obrasztzova, la Barbieri, probabilmente
persino Gabriella Besanzoni le avrebbero invidiato. Inutile continuare, e'
peggio che sparare sulla Croce Rossa.

Alternandosi al bel Cataldo ("È bravo, giovane e bello - che vogliamo di
piu'?" Katia dixit) che riproponeva piu' o meno la stessa serie di canzoni
napoletane e romanze di Tosti dell'altra volta (ottenendo il medesimo
entusiastico successo) Katia avrebbe poi cantato la Canzonetta spagnola di
Rossini (e io immaginavo il cielo squarciarsi e Marilyn Horne apparire
brandendo un fulmine vendicatore), un altro po' di Tosti e poi Memories,
Summertime (e ancora si apriva il cielo e questa volta Leontyne Price era il
Giove Ultore di turno), Non ti scordar di me, Marechiaro e cosi' via.

Quando Katia ha detto che pensava fosse meglio non fare intervallo ("se no
dopo no se catemo piu'" - parla per te, tu l'altra volta te ne sei scappata
durante la pausa) abbiamo capito che eravamo quasi in fondo.
Infatti il programma e' terminato con Libiamo, libiamo.

L'entusiasmo del pubblico era alle stelle, i bis quindi fioccarono. Prima 'O
sole mio (a due), poi Core 'ngrato (a due) poi, in un tripudio di folla,
l'Ave Maria di Schubert (cioe' la consueta polpetta con testo latino
arrangiata sul lied di Schubert). Come avevo detto l'altra volta, appellarsi
alla Madonna fa sempre bene.

Io e i miei amici masochisti siamo fuggiti dall'arena mentre il signore dei
fervorini, proclamando che avevamo assistito a un Evento Indimenticabile,
consegnava alla Katia sommersa di fiori una targa istoriata.
Tutto e' bene cio' che finisce bene.

La stagione di Marghera termina sabato prossimo con Tosca, nella quale
agiranno (come il signore dei fervorini ha tenuto a farci sapere) 107
PERSONE fra palcoscenico e orchestra. Wow, sono impressionato ma non credo
che andro'. Per quest'anno la mia razione di trash l'ho avuta in abbondanza.


Povera Katia!
bella testimonianza!!probabilmente era davvero un evento indimenticabile.

Avatar utente
CheruChera
Messaggi: 2129
Iscritto il: 04 ott 2006 17:55

Messaggio da CheruChera » 24 ott 2006 08:03

:argh :argh :argh :argh :argh :argh :argh

Indimenticabilissimo!!!
A me un po' dispiace, in verità, ma da un'altra parte mi fa una rabbia :evil: :evil: :evil:
Cavolo, prima era brava...
Alcune fonti mi hanno detto che è stata colpa di una cura che ha fatto (ormoni e cortisone)...Un suo pseudo allievo (pseudo perché non studia solo con lei) dice invece che è stata colpa sua perché ha trascurato i consigli della sua (di lei) Maestra.
Mah!!!...Boh?
A me dispiace comunque. Certo però, che, invece di buttar soldi alle macchinette, potrebbe darli un po' ai bambini poverelli. C'è tanta di quella gente sotto i ponti qui a Roma... :(

C.

Avatar utente
Bartolik
Messaggi: 6052
Iscritto il: 29 ott 2004 21:18
Località: Collesalvetti -Pisa-

Messaggio da Bartolik » 24 ott 2006 15:22

Immagine

Giacomo Puccini (1858-1924)

Le Villi

Opera-ballo in 2 atti - Libretto di Ferdinando Fontana

Katia Ricciarelli - Antonio Stragapede

Valter Borin - Pippo Baudo (narratore)


Orchestra della Fondazione I.C.O. "Tito Schipa" di Lecce

Coro Lirico "Mario Del Monaco"

Maestro del coro "Emanuela Di Pietro"

Maestro collaboratore "Vincenzo Rana"



Conductor

CARLO PALLESCHI


p.s.: notare che le " " ai nomi dei vari maestri non ce le ho messe io! :roll:
[i]Meglio è di riso che di pianto scrivere, chè il riso l'uom dall'animal distingue.[/i]
[img]http://www.operaclick.com/galleria/cpg1.2.1_standalone/albums/userpics/cellula%20toscana%2002.png[/img]

Rispondi