della serie: e chi se ne frega!

Discussioni varie a sfondo musical operistico... ma non solo
Rispondi
Avatar utente
Kornuta70
Messaggi: 297
Iscritto il: 31 mag 2009 13:37

Re: della serie: e chi se ne frega!

Messaggio da Kornuta70 » 12 mag 2013 17:20

Ruan Ji ha scritto:
Kornuta70 ha scritto:
Ruan Ji ha scritto:Oddiiiiiiooooo....ma Kornuta????
Che c'è? Cosa? Che mi sono persa?
Uh, scusa, nulla nulla! Solo che non ti vedevo più in giro ed ero preoccupato, ecco tutto :P
No, no, ci sono e leggo tutto. Ti sono mancata?
Tosca ha scritto:di botto, dalla calma rasserenante (pur con casa-nuova in corso) degli ultimi mesi mi sono trovata catapultata in pieno e febbrile clima di lavoro estivo.
pasquale uno ha scritto:adesso su questo argomento non ci ritorno più :pip
steccanella ha scritto: Lei forma vocale da buttarsi per terra e sbucciarsi le ginocchia
notung ha scritto:Mi spiace di non essere riuscito a recensire anche la sua recita, ma quel sabato avevo un impegno.
fracapi ha scritto:... Caro io non sto tra parlando... Sto prendendo il sole in una bianca spiaggia del sud della Sardegna...
Tebaldiano ha scritto:Io simpatizzo con Bernstein
violamargherita ha scritto: Comunque adesso mi son stufata di 'sto thread, per cui vi chiedo venia se non replicherò più.
Ruan Ji ha scritto: Menzione speciale per le gambe :wink:
stefanoitaliano ha scritto:Vincenzo Bellini. Peccato che abbiano inventato il cinema da blockbuster quando lui era già morto.
mascherpa ha scritto:La cosa di gran lunga piú interessante che ho mangiato a Berlino è il canguro alla griglia
Misia ha scritto:E' tutto molto strano e molto bello, incluso il fatto che domenica sera, in un cinema, mi sia sentita in pace con il mondo e appagata come non mi capitava da tantissimo tempo, uno di quei momenti in cui pensi che non vorresti essere in nessun altro posto al mondo. E direi anche che sto scrivendo tutto questo nel thread sbagliato :mrgreen:
antuan ha scritto:ieri sera lo zio figo in gran spolvero, elegantissimo e circondato da nani e ballerine per l'Inaugurazione del MMF. molto più modestamente io reggevo lo strascico e tenevo a bada tutte le ragazzine che chiedevano l'autografo :D mancava la Regina ahimè e ahinoi :comm pazienza: tutto non si può avere
UltrasFolgoreVerano ha scritto:Dopo questo, lascio il forum di OC.



Avatar utente
il_bonazzo
Messaggi: 16006
Iscritto il: 03 lug 2002 14:21
Località: Pescara
Contatta:

Re: della serie: e chi se ne frega!

Messaggio da il_bonazzo » 12 mag 2013 20:11

Sono reduce da un blockbuster americano, "Attacco al potere", che sono andato a vedere giusto perchè c'era l'offerta del cinema a 3 euro: classici terroristi (stavolta nordcoreani,per dare un tocco di attualità) che entrano nella Casa Bianca, la devastano e uccidono decine di persone,rapiscono il presidente, e poi piomba l'agente segreto caduto in semi-disgrazia che da solo fa fuori 50 terroristi almeno. Brado, ma con una sua efficacia per un paio d'ore di svago. Uno dei personaggi, Morgan Freeman, è appellato più volte come "portavoce della Casa Bianca", ma quando il presidente e il suo vice vengono sequestrati nel bunker, Freeman arriva al Pentagono, e il capo dei servizi segreti lo informa che ora è lui a detenere la funzione di Presidente degli Stati Uniti. La cosa mi ha perplesso alquanto, finchè poco dopo non è stato tutto chiaro: in un discorso alla nazione del personaggio trasmesso in tv, passava un sottopancia con l'indicazione "House Speaker-Acting President". Gli adattatori dei dialoghi, evidentemente, sentendo in continuazione l'espressione "mr. Speaker" e "the House Speaker" hanno pensato che l'"House" fosse la nota residenza del Presidente, quando era fin troppo chiaro che che fosse in realtà l'House of Representatives, cioè la Camera dei Deputati federale, il cui presidente viene appunto definito Speaker, e che,appunto al quadrato, secondo il Presidential Succession Act del 1947 assume le funzioni di Presidente degli Stati Uniti in caso di impedimento del Presidente e del Vicepresidente. Non mi pare errore da poco, ed è la conferma che i doppiatori italiani sono fra i migliori del mondo, se non i migliori, quanto a resa delle voci, ma gli adattatori dei dialoghi sono fra i peggiori del mondo, se non i peggiori.
"Spengi quella telecamera! Spengila, t'ho detto!!!"
Immagine

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14290
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: della serie: e chi se ne frega!

Messaggio da mascherpa » 13 mag 2013 05:08

il_bonazzo ha scritto:...gli adattatori dei dialoghi sono fra i peggiori del mondo, se non i peggiori.
Il non plus ultra in questo campo l'ho però visto qualche anno fa a Unter den Linden, dove «l'ombra il di Samuel» del Grande Inquisitore diviene nei soprattitoli in tedesco uno stupefacente »den Schatten des Teufels« "l'ombra del Diavolo". Pensa e ripensa, credo d'avere intuito l'origine dello svolazzo: Samuel è parola abbastanza simile a Samiel, il diavolo più noto della letteratura operistica tedesca (scena della Gola del lupo). Anzi, il traduttore, da buon Crucco, sarà stato felicissimo di... correggere un errore di Verdi.

L'assurdo maggiore è che dovendo accompagnare una regia come quella di Philipp Himmelmann, che prende l'impostazione di fondo dalla tragedia di Schiller prima che dal libretto dell'opera, il traduttore non s'è punto sforzato di capire chi fosse questo misterioso Samuel: bastava dare un'occhiata al testo di casa, dove la frase del Großinquisitor è identica (Atto V, scena 10, versi 5250-51: »Warum rufen Sie / Den Schatten Samuels herauf?«), e la traduzione era già bell'e trovata! Ma tutti sanno che, sotto ogni cielo, la "categoria" più protetta e raccomandata del Pianeta è quella degl'ignoranti.
Si ce que je dis ne vous plaist pas, je ne scais qu'y faire. C'est moi, pourtant, qui exprime la vérité (JC, d'après GTdL)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
il_bonazzo
Messaggi: 16006
Iscritto il: 03 lug 2002 14:21
Località: Pescara
Contatta:

Re: della serie: e chi se ne frega!

Messaggio da il_bonazzo » 13 mag 2013 07:58

mascherpa ha scritto:
il_bonazzo ha scritto:...gli adattatori dei dialoghi sono fra i peggiori del mondo, se non i peggiori.
Il non plus ultra in questo campo l'ho però visto qualche anno fa a Unter den Linden, dove «l'ombra il di Samuel» del Grande Inquisitore diviene nei soprattitoli in tedesco uno stupefacente »den Schatten des Teufels« "l'ombra del Diavolo". Pensa e ripensa, credo d'avere intuito l'origine dello svolazzo: Samuel è parola abbastanza simile a Samiel, il diavolo più noto della letteratura operistica tedesca (scena della Gola del lupo). Anzi, il traduttore, da buon Crucco, sarà stato felicissimo di... correggere un errore di Verdi.
I sopratitoli di traduzione sono sempre fonti inesauribili: l'amico Pruun ancora ricorda del Faust di qualche anno fa a Macerata,quando nel finale del terzo atto la frase "l'air m'enivre" venne tradotta con uno spiccio "l'aria m'intossica". Mi sono anche ricordato di quando nel film "Star Trek- L'insurrezione", le "metaphasyc particles" che sul pianeta Ba'Ku consentivano alla popolazione una sorta di eterna giovinezza, nell'adattamento italiano diventavano "particelle metafisiche",trasferendo così la responsabilità del non invecchiamento a un più poetico fenomeno trascendente.
"Spengi quella telecamera! Spengila, t'ho detto!!!"
Immagine

Avatar utente
Berlioz
Messaggi: 22211
Iscritto il: 03 giu 2003 11:36
Località: Amsterdam

Re: della serie: e chi se ne frega!

Messaggio da Berlioz » 14 mag 2013 10:57

Nulla a che evedere con le "implicazioni logaritmiche della musica" delle quali si legge nel fascicolo d'accompagnamento del cofanetto delle sinfonie di Beethoven dirette da Ansermet edito da Decca...
Al sesso non si applica il Principio di Esclusione di Pauli.

Avatar utente
Tosca
Messaggi: 28532
Iscritto il: 13 lug 2001 14:27
Località: Viareggio

Re: della serie: e chi se ne frega!

Messaggio da Tosca » 15 mag 2013 21:35

Da "Il moderatore", quotidiano on line, del 15 maggio 2013
Quando si dice che un vibratore è benedetto!

Il commercio dei vibratori elettrici va alla grande e in tempi di carestia le donne (ma anche uomini) utilizzano questi oggetti sessuali per sfogare gli ormoni che impazziscono. Cosa ancor più curiosa è quando il vibratore può assumere una funzionalità diversa. È il caso di una scuola di musica all’Università di Alberta in Canada, in cui ha iniziato ad usare dei vibratori per migliorare le performance vocali degli allievi.

Quindi da oggetto erotico per eccellenza i falli vibranti in questa circostanza fanno vibrare altro.

Il Professore David Lay, che insegna arte drammatica nella stessa università, racconta «Sappiamo che è un po’ diverso dal solito, sappiamo che è una cosa che fa sorridere. Ma funziona». Infatti i vibratori hanno lo scopo di massaggiare la laringe dei cantanti arrivando alla gola, cosa che usando semplicemente le mani non sarebbe possibile.

Il colpo di genio appartiene proprio allo stesso David Lay, nel momento un cui una sua allieva si era ritrovata senza voce e avrebbe dovuto affrontare due serate importanti nei giorni successivi. Quindi Lay si è diretto in un sexy shop e ha acquistato il “vibratore salvatore”.

Il vibratore rilassa quindi le corde vocali intorpidite e considerata la sua vibrazione che oscilla tra i 100 e i 120 Hz, che approssimativamente si avvicinano a quelle della voce umana, è un rimedio per migliorare in modo rapido timbrica ed estensione vocale.

Insomma signore e signori! Se volete migliorare la vostra voce il vibratore vi aspetta. Attenti ovviamente se qualcuno, prima di voi, lo ha già utilizzato in altro modo.
Immagine

Mala tempora currunt sed peiora parantur

Marilisa Marilì Lazzari

Francesco1991
Messaggi: 707
Iscritto il: 20 mar 2010 13:26
Località: Milano

Re: della serie: e chi se ne frega!

Messaggio da Francesco1991 » 16 mag 2013 15:16

Mi è arrivata questa mattina una Lucia registrata nel 76 all arena di verona con Pavarotti e la Deutekom..
unico elemento debole del cast Bruson....
bene, ho finito adesso di ascoltarla.......pauraaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!

Avatar utente
Tebaldiano
Messaggi: 15573
Iscritto il: 16 gen 2004 16:17
Località: Toscana

Re: della serie: e chi se ne frega!

Messaggio da Tebaldiano » 16 mag 2013 16:07

Francesco1991 ha scritto:Mi è arrivata questa mattina una Lucia registrata nel 76 all arena di verona con Pavarotti e la Deutekom..
unico elemento debole del cast Bruson....
bene, ho finito adesso di ascoltarla.......pauraaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!
Ma è quella uscita per la Gala, in cui si sente anche l'aereo che passa.
Immagine
Perché Bruson elemento debole? Non me lo ricordo, sinceramente, ma in quegli anni in Donizetti era una certezza. Serata storta?
Immagine

Avatar utente
Berlioz
Messaggi: 22211
Iscritto il: 03 giu 2003 11:36
Località: Amsterdam

Re: della serie: e chi se ne frega!

Messaggio da Berlioz » 16 mag 2013 19:06

Tosca ha scritto:Da "Il moderatore", quotidiano on line, del 15 maggio 2013
Quando si dice che un vibratore è benedetto!
Ma dove va messso? In gola?
Al sesso non si applica il Principio di Esclusione di Pauli.

Francesco1991
Messaggi: 707
Iscritto il: 20 mar 2010 13:26
Località: Milano

Re: della serie: e chi se ne frega!

Messaggio da Francesco1991 » 16 mag 2013 20:36

Tebaldiano ha scritto: Ma è quella uscita per la Gala, in cui si sente anche l'aereo che passa.
Perché Bruson elemento debole? Non me lo ricordo, sinceramente, ma in quegli anni in Donizetti era una certezza. Serata storta?
:rider Si proprio quella.....ma sai sarò di parte ma a me Bruson non è mai piaciuto. Trovo che la voce sia bruttissima, senza un armonico, molto spinta, salire è sempre faticosissimo..
Altri magari lo trovano pazzesco, io gli preferisco quasi tutti i baritoni italiani della sua epoca...da Cappuccilli a Nucci :D

Rispondi