Ernani in DVD e su CD

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
Avatar utente
Tebaldiano
Messaggi: 15774
Iscritto il: 16 gen 2004 16:17
Località: Toscana

Re: Ernani in DVD e su CD

Messaggio da Tebaldiano » 12 set 2021 02:48

steccanella ha scritto:
09 set 2021 08:00
Tebaldiano ha scritto:
04 set 2021 03:29
In quest'opera - che amo tanto - ritengo imprescindibile l'edizione in studio Rca diretta da Schippers con Bergonzi e la Price, con il corollario della edizione dal vivo del Met con cast simile, ma in cui cambiano le due voci gravi maschili e dove l'orchestra newyorkese è meno brillante rispetto ai complessi di Santa Cecilia.
Concordo, perchè i due protagonisti sono il meglio del meglio.
Risentita oggi anche quella scaligera del 1982 è comunque notevole per ritmo e sonorità,, Domingo mi piace tantissimo e gli altri tre comunque, avercene di voci cosìe poi la Freni nei concerrati è un'iradiddio e in quel'opera contano parecchiio.
A suo tempo fu criticata un po' e proprio per le voci, ma su Domingo-Freni, visto il recente andazzo, non posso che darti ragione. Da un po' di anni la smania di "liricizzare" i ruoli (e a suo tempo con Domingo, ma soprattutto con la Freni, pareva già che si andasse in quella direzione, anche se Domingo ha voce non enorme ma comunque naturalmente scura ed è a suo agio con gli accenti drammatici, mentre le Freni era, sì, un soprano lirico ma anche un fior di cantante con un'emissione solidissima ed omogenea) in Ernani pare ritornare.
Può darsi che sia filologico (ma non pare che Guasco o la Lowe fossero proprio due vocine visti i ruoli che cantavano) e magari qualche passaggio e qualche nota sarà meno faticosa rispetto a quelle dei vocioni, ma per il mio gusto con voci troppo leggere si spenge il carattere al personaggio.
Muti a Roma pochi anni fa fece cantare Elvira alla Serjan (che se la prendeva un po' comoda nei tempi, ma andava molto bene e aveva classe) e Meli che cantava benino o forse anche bene, ma era un Ernanino.
A Pisa prima della pandemia ho ascoltato un Ernani prodotto al nord dove Elvira era una Zabala precisissima nel canto ma dalla voce mignon. A dicembre a Piacenza ci sarà una nuova produzione nordica costruita attorno a Kunde (che si spera replichi i miracoli degli ultimi anni e che se regge va benissimo) mentre Elvira sarà Francesca Dotto. Bella e brava Violetta, per carità, con tanto di Mi bemolle, ma voce lirico-leggera.


Immagine

Avatar utente
mario
Messaggi: 911
Iscritto il: 05 ago 2010 12:06
Località: Cologno Monzese (MI)

Re: Ernani in DVD e su CD

Messaggio da mario » 19 set 2021 08:46

albertoemme ha scritto:
09 set 2021 12:03
Per me la direzione di Shippers nell’edizione RCA è modesta o comunque non altezza di altre del compianto maestro. Muti (che avevo ascoltato dal vivo in due recite era formidabile) ma anche Maazel pur con la sua innata non teatralità, sotto il profilo virtuosistico era straordinario (edizione DG e alla Scala con i complessi di Monaco)
a me la direzione di Schippers nel live del 1962 è una di quelle che piace di più in assoluto. Ha una flessibilità e una capacità di utilizzare il rubato che rende molto più viva l'opera. Invece in studio sempre tutto più sterilizzato

Avatar utente
chalais
Messaggi: 607
Iscritto il: 25 ott 2007 13:27
Località: Fermo-Marche

Re: Ernani in DVD e su CD

Messaggio da chalais » 27 set 2021 12:32

Io ho il CD di Ernani del 1957 con Cerquetti, Del Monaco, Bastianini, Christof, direttore Mitropoulos è un vero spettacolo con un cast di artisti insuperabile.
Luigi
L'autore di una guerra non è mai chi la dichiara, ma chi la rende necessaria (Montesquieu)
Immagine

Avatar utente
Tebaldiano
Messaggi: 15774
Iscritto il: 16 gen 2004 16:17
Località: Toscana

Re: Ernani in DVD e su CD

Messaggio da Tebaldiano » 28 set 2021 00:35

chalais ha scritto:
27 set 2021 12:32
Io ho il CD di Ernani del 1957 con Cerquetti, Del Monaco, Bastianini, Christof, direttore Mitropoulos è un vero spettacolo con un cast di artisti insuperabile.

Immagine

Un cast con quattro voci stellari e un direttore non da meno, ma direi che ciascuno dei quattro interpreti principali renda meglio in altri ruoli, ferma restando la storicità dell'esecuzione, una di quelle che deve stare in tutti gli scaffali di una buona collezione.
Ho appena scritto sopra che mi piacciono voci importanti in quest'opera, ma in questa edizione fiorentina forse si sarebbe portati a dire: anche un poco, giusto un poco meno andrebbe bene lo stesso, forse meglio.
Immagine

Avatar utente
chalais
Messaggi: 607
Iscritto il: 25 ott 2007 13:27
Località: Fermo-Marche

Re: Ernani in DVD e su CD

Messaggio da chalais » 29 set 2021 13:35

Tebaldiano ha scritto:
28 set 2021 00:35
chalais ha scritto:
27 set 2021 12:32
Io ho il CD di Ernani del 1957 con Cerquetti, Del Monaco, Bastianini, Christof, direttore Mitropoulos è un vero spettacolo con un cast di artisti insuperabile.

Immagine

Un cast con quattro voci stellari e un direttore non da meno, ma direi che ciascuno dei quattro interpreti principali renda meglio in altri ruoli, ferma restando la storicità dell'esecuzione, una di quelle che deve stare in tutti gli scaffali di una buona collezione.
Ho appena scritto sopra che mi piacciono voci importanti in quest'opera, ma in questa edizione fiorentina forse si sarebbe portati a dire: anche un poco, giusto un poco meno andrebbe bene lo stesso, forse meglio.
Io ne ho anche un'altra del 1956 "Live" a New York con Del Monaco, Zinka Milanov, Leonard Warren, Cesare Siepi, il maestro è sempre Mitropoulos, bella anche questa, ma la prima secondo il mio modesto parere è di un altro pianeta, specialmente il Soprano (forse sono di parte)
Luigi
L'autore di una guerra non è mai chi la dichiara, ma chi la rende necessaria (Montesquieu)
Immagine

Avatar utente
Tebaldiano
Messaggi: 15774
Iscritto il: 16 gen 2004 16:17
Località: Toscana

Re: Ernani in DVD e su CD

Messaggio da Tebaldiano » 29 set 2021 16:37

Non direi che tu sia di parte, la Cerquetti del 1955 mi pare di gran lunga preferibile alla Milanov ormai un po' stremata del 1956. Diciamo che nessuna delle due era realmente una belcantista, ma erano voci superlative e davano carattere al personaggio. Ultimamente, come dicevo sopra, in Italia mi pare che si stia eccedendo in senso opposto.
Immagine

Rispondi