Presentiamoci ...

Discussioni varie a sfondo musical operistico... ma non solo
Avatar utente
manrico64
Site Admin
Messaggi: 18262
Iscritto il: 10 lug 2001 23:31
Contatta:

Re: Presentiamoci ...

Messaggio da manrico64 » 20 gen 2018 00:31

Benvenuto Francesco. Cosa suoni se non sono indiscreto? :D


Danilo

marco_
Messaggi: 278
Iscritto il: 21 gen 2018 14:19

Re: Presentiamoci ...

Messaggio da marco_ » 27 gen 2018 07:21

Ciao a tutti,
vorrei presentarmi. Mi chiamo Marco, nasco a Varese 36 anni fa e da una decina vivo a Roma. Nell’adolescenza mi sono appassionato alla musica, il rapporto è ormai irreversibile :-)

Ho cominciato come ‘operista’, poi il tempo amplia i limiti di conoscenza e gusto. Oggi tra i compositori prediletti indicherei Bach, Händel, Gluck, Beethoven, Schubert, Schumann, Verdi, Wagner, Bruckner, Mahler, Musorgskij, Puccini, Ravel, Richard Strauss, Berg, Stravinskij, Britten, Shostakovich e Messiaen.

Mi sono iscritto per condividere le impressioni sugli ascolti, specialmente a Roma che è un po’ meno ‘coperta’ di altre città. Eppure vanta esecuzioni di primo piano: vi scriverò delle ultime settimane a Santa Cecilia.

Ho la fortuna di viaggiare per ascoltar musica in Italia e in Europa: trovo che l’esperienza dal vivo di un grande direttore d’orchestra (o voci giuste, o uno strumentista d’eccezione) sia tra gli investimenti sulla persona più efficaci, oltre a una forma specialissima di piacere. Frequento il loggione della Scala da metà degli anni ‘90, probabilmente conosco di vista alcuni forumisti. A Roma vado quasi ogni settimana all’Auditorium o al Costanzi; qui non c’è nessuno con cui scambi opinioni musicali, e sarei lieto di rimediare grazie al forum.


Buona giornata,
Marco
Ultima modifica di marco_ il 27 gen 2018 08:38, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
paperino
Messaggi: 16590
Iscritto il: 25 set 2003 08:17
Località: Firenze

Re: Presentiamoci ...

Messaggio da paperino » 27 gen 2018 08:37

marco_ ha scritto:
27 gen 2018 07:21

Ho la fortuna di viaggiare per ascoltar musica in Italia e in Europa: trovo che l’esperienza dal vivo di un grande direttore d’orchestra (o voci giuste, o uno strumentista d’eccezione) sia tra gli investimenti sulla persona più efficaci, oltre a una forma specialissima di piacere.
La penso come te. Anch'io mi sposto in Italia e all'estero quando mi sembra ne valga la pena o anche per semplice curiosità. L'esperienza di ascolto e visione dal vivo è qualcosa di unico, inconfrontabile con i surrogati di cui pure sono un accanito consumatore. Benvenuto Marco.
La conversazione languiva, come sempre d'altronde quando si parla bene di qualcuno (Laclos/Poli).

Avatar utente
manrico64
Site Admin
Messaggi: 18262
Iscritto il: 10 lug 2001 23:31
Contatta:

Re: Presentiamoci ...

Messaggio da manrico64 » 27 gen 2018 10:26

Benvenuto Marco
Danilo

Avatar utente
Zerlina
Site Admin
Messaggi: 11793
Iscritto il: 11 lug 2001 09:48
Località: in fondo al mar......
Contatta:

Re: Presentiamoci ...

Messaggio da Zerlina » 27 gen 2018 10:43

Benvenuto tra noi.
Susanna

Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum
Senza la musica la vita sarebbe un errore.
(Friedrich Nietzsche)

Avatar utente
UltrasFolgoreVerano
Messaggi: 16567
Iscritto il: 23 dic 2001 21:42
Località: Verano Brianza (MI)
Contatta:

Re: Presentiamoci ...

Messaggio da UltrasFolgoreVerano » 27 gen 2018 12:29

marco_ ha scritto:
27 gen 2018 07:21
Oggi tra i compositori prediletti indicherei Bach, Händel, Gluck, Beethoven, Schubert, Schumann, Verdi, Wagner, Bruckner, Mahler, Musorgskij, Puccini, Ravel, Richard Strauss, Berg, Stravinskij, Britten, Shostakovich e Messiaen.
Praticamente li hai elencati quasi tutti, forse facevi prima a dire chi non ti piaceva. :lol:

Benvenuto anche da parte mia! I nuovi utenti son sempre benvenuti e portano sempre aria fresca e nuova.

Avatar utente
massenetiana
Messaggi: 802
Iscritto il: 11 dic 2017 12:06
Località: Costiera Amalfitana e zona vesuviana

Re: Presentiamoci ...

Messaggio da massenetiana » 27 gen 2018 12:55

Benvenuto Marco!!!! :D
massenetiana sfegatata

" 'A morte 'o ssaje ched'è? È una livella"
(Antonio De Curtis, 'A livella)

"Ogni napoletano è vesuviano, ogni napoletano è precario ma determinato"
(Maurizio De Giovanni)

marco_
Messaggi: 278
Iscritto il: 21 gen 2018 14:19

Re: Presentiamoci ...

Messaggio da marco_ » 27 gen 2018 13:14

Grazie dell’accoglienza!
UltrasFolgoreVerano ha scritto:
27 gen 2018 12:29
Praticamente li hai elencati quasi tutti, forse facevi prima a dire chi non ti piaceva. :lol:
Ops, hai ragione :lol:

Non so perché mi siano venuti spontanei quei nomi, ma non Haydn, Mozart, Brahms, il Belcanto, diversi francesi e russi, Dvorak, il verismo, una fetta di ‘900, ecc. Forse li lego a esperienze meno intense, pur ascoltandoli con piacere.

Avatar utente
massenetiana
Messaggi: 802
Iscritto il: 11 dic 2017 12:06
Località: Costiera Amalfitana e zona vesuviana

Re: Presentiamoci ...

Messaggio da massenetiana » 27 gen 2018 14:09

marco_ ha scritto:
27 gen 2018 13:14
diversi francesi
Scusa se sono curiosa... quali sono?
massenetiana sfegatata

" 'A morte 'o ssaje ched'è? È una livella"
(Antonio De Curtis, 'A livella)

"Ogni napoletano è vesuviano, ogni napoletano è precario ma determinato"
(Maurizio De Giovanni)

marco_
Messaggi: 278
Iscritto il: 21 gen 2018 14:19

Re: Presentiamoci ...

Messaggio da marco_ » 27 gen 2018 15:24

massenetiana ha scritto:
27 gen 2018 14:09
marco_ ha scritto:
27 gen 2018 13:14
diversi francesi
Scusa se sono curiosa... quali sono?
Figurati, non è facile risponderti ma ci provo :)

Ricordo come fossero ieri serate tipo Hamlet con la Dessay e Van Dam, Faust diretto da Jurovski, i dialoghi delle Carmelitane con la Palmer e Muti, Samson et Dalila con Domingo, Les Troyens diretti da Pappano, un concerto di Meyerbeer con la Damrau e Pappano, Werther con Meli, il Ravel sinfonico di Chung o la damnation de Faust diretta da Gatti. Preziose, ma relativamente poche.

Non è un repertorio semplice da eseguire, e per ora le soddisfazioni dal vivo sono inferiori ai desideri: su tutti la magia di Pélleas et Mélisande nei dischi di Abbado o Boulez, oppure Carmen come fu intesa da Prêtre o Kleiber.

Forse ci si è messa la sorte, che l’impegno non manca. Ad esempio nutrivo aspettative altissime per il Pélleas fiorentino con Sinopoli ma uscii depresso dalla direzione e arrabbiato per lo spettacolo; al contrario non ero in Italia quando Gatti lo diresse sempre a Firenze raccogliendo consensi unanimi. Oppure settimana scorsa avevo in programma L'Enfant et les sortilèges con Ozawa a Berlino, ma ha cancellato e io con lui :angry:

Rispondi