Tanto tuonò che piovve (la lirica dalla De Filippi)

Discussioni varie a sfondo musical operistico... ma non solo
Avatar utente
il_bonazzo
Messaggi: 15347
Iscritto il: 03 lug 2002 14:21
Località: Pescara

Re: Tanto tuonò che piovve (la lirica dalla De Filippi)

Messaggio da il_bonazzo » 20 apr 2014 15:09

Allora, il Plassy si è prodotto con lo sventurato concorrente in un medley prima di What a wonderful world e poi di Besame Mucho. Prove generali di un prossimo debutto come Grande Inquisitore, visto che la prima canzone era così abbassata che il povero concorrente si è sentito a malapena, mentre in Besame Mucho Placido è arrivato addirittura a toccare un sol. Certo però che ha sfoggiato tutto il suo charme confidenziale, e infatti la Ferilli era in deliquio, mentre la De Filippi non ha fatto altro che chiedergli di Marta (eh caro mio....).

Immagine

Immagine


"Spengi quella telecamera! Spengila, t'ho detto!!!"
Immagine

vitus
Messaggi: 490
Iscritto il: 10 feb 2006 13:03

Re: Tanto tuonò che piovve (la lirica dalla De Filippi)

Messaggio da vitus » 20 apr 2014 19:12

Re: Tanto tuonò che piovve (la lirica dalla De Filippi)

by il_bonazzo » Sun 20 Apr, 2014 3:09:05

Allora, il Plassy si è prodotto con lo sventurato concorrente in un medley prima di What a wonderful world e poi di Besame Mucho. Prove generali di un prossimo debutto come Grande Inquisitore, visto che la prima canzone era così abbassata che il povero concorrente si è sentito a malapena, mentre in Besame Mucho Placido è arrivato addirittura a toccare un sol. Certo però che ha sfoggiato tutto il suo charme confidenziale, e infatti la Ferilli era in deliquio, mentre la De Filippi non ha fatto altro che chiedergli di Marta (eh caro mio....).

Le attuali condizioni vocali di Domingo sono ben note e non c'è molto da aggiugere, soprattutto in questa sezione del forum. Questo artista, tuttavia, continua ad affascinare per la semplicità con cui si pone, l'eleganza della figura e, perchè no, nella specifica circostanza, con quel che resta della voce per timbro e musicalità. A me ha emozionato e trovo l'emozione dei tre "giudici" giustificata dato che si trovavano al cospetto di un artista discusso e attualmente discutibile ma comunque tra i più grandi del '900. Auguri.
FILIPPO:
Mio padre, che tra noi la pace alberghi ancor.

L'INQUISITORE:
La pace!

FILIPPO:
Obbliar tu déi quel ch'è passato.

L'INQUISITORE:
Forse!

ziobonzo
Messaggi: 38
Iscritto il: 20 lug 2013 13:18

Re: Tanto tuonò che piovve (la lirica dalla De Filippi)

Messaggio da ziobonzo » 20 apr 2014 19:56

Lo scorso anno toccò a Daniela Dessì duettare ad Amici con il rapper Moreno (oggi coach della squadra bianca) sulle note di O sole mio ma mi pare che nessuno ebbe niente da obiettare...

Avatar utente
HenryTWizard
Messaggi: 11000
Iscritto il: 26 set 2002 13:01
Contatta:

Re: Tanto tuonò che piovve (la lirica dalla De Filippi)

Messaggio da HenryTWizard » 21 apr 2014 18:13

.....don't forget ....

"...eviterei l'ascolto per Radio, farebbe solo del male."(Liuc, Falstaff a Bologna ,giugno 2007)
official web site: http://www.enricostinchelli.it

pinacharlotte
Messaggi: 1342
Iscritto il: 14 apr 2012 11:21

Re: Tanto tuonò che piovve (la lirica dalla De Filippi)

Messaggio da pinacharlotte » 21 apr 2014 19:31

Ma Domingo trova lo trova il tempo per andare anche dalla De Filippi?
Meno male che oltre al tempo ha pure la forza di saltare da un aereo all'altro.
Non l'ho visto perchè la signora Costanzo, per me, avrebbe fatto bene a continuare a fare l'avvocato a Pavia. Confesso che non l'ho mai sopportata.

Avatar utente
Morgana
Messaggi: 9617
Iscritto il: 02 lug 2006 11:00
Località: Milano

Re: Tanto tuonò che piovve (la lirica dalla De Filippi)

Messaggio da Morgana » 21 apr 2014 19:36

HenryTWizard ha scritto:.....don't forget ....


No,no,ci ricordiamo purtroppo! Ha più voce mascolina lei di Pava! :lol:
-Gli occhi che cercano in fretta solo la destinazione del viaggio non possono gustare la dolcezza del vagabondaggio (Hesse)
-Per arrivare all'alba non c'è altra via che la notte (Gibran)

Avatar utente
chiaky
Messaggi: 3977
Iscritto il: 23 ott 2003 09:38

Re: Tanto tuonò che piovve (la lirica dalla De Filippi)

Messaggio da chiaky » 22 apr 2014 11:50

Beh, secondo me ben ha fatto il Topone ad andare dalla De Filippi. Io credo che uno dei motivi per cui l'Opera e tutto ciò che la riguarda è ormai un genere museale semi-sconosciuto dalla maggioranza della gente è che ci si ostini a snobbare i "canali" più popolari. In fondo ai bei tempi Del Monaco andava a canzonissima e Di Stefano al Musichiere, non si capisce perché Domingo non possa andare ad Amici.
Oltretutto il Plassy, ormai quasi centenario, è sempre molto spigliato e simpatico, e dove lo metti sta con grande nonchalance.
Le opinioni sono come le palle! Ognuno ha le sue.......


I critici sono eunuchi che parlano d'amore.


Tutto nel mondo è burla!

Avatar utente
il_bonazzo
Messaggi: 15347
Iscritto il: 03 lug 2002 14:21
Località: Pescara

Re: Tanto tuonò che piovve (la lirica dalla De Filippi)

Messaggio da il_bonazzo » 22 apr 2014 12:16

chiaky ha scritto:In fondo ai bei tempi Del Monaco andava a canzonissima e Di Stefano al Musichiere, non si capisce perché Domingo non possa andare ad Amici.
.
Bhè, Canzonissima e il Musichiere erano cose un tantinello diverse da Amici, dove l'obiettivo è raccattare giovani speranzosi per macinare ascolti e poi buttarli al macero finchè non arriva l'edizione seguente. Poi il Plassy si andava a registrare mezzo Tristano nel giorno di pausa fra due recite di Fedora, figuriamoci...venti minuti dalla Costanzo fra un volo per Los Angeles e uno per Uàsinton (cit.) è una robetta proprio.
"Spengi quella telecamera! Spengila, t'ho detto!!!"
Immagine

Avatar utente
chiaky
Messaggi: 3977
Iscritto il: 23 ott 2003 09:38

Re: Tanto tuonò che piovve (la lirica dalla De Filippi)

Messaggio da chiaky » 22 apr 2014 13:16

il_bonazzo ha scritto:
chiaky ha scritto:In fondo ai bei tempi Del Monaco andava a canzonissima e Di Stefano al Musichiere, non si capisce perché Domingo non possa andare ad Amici.
.
Bhè, Canzonissima e il Musichiere erano cose un tantinello diverse da Amici, dove l'obiettivo è raccattare giovani speranzosi per macinare ascolti e poi buttarli al macero finchè non arriva l'edizione seguente. Poi il Plassy si andava a registrare mezzo Tristano nel giorno di pausa fra due recite di Fedora, figuriamoci...venti minuti dalla Costanzo fra un volo per Los Angeles e uno per Uàsinton (cit.) è una robetta proprio.
Vabbè, l'importante è che in programmi di prima serata e molto popolari e seguiti da giovani siano presenti cantanti lirici, e magari non sempre i soliti (la Ricciarelli). La lirica si deve "abbassare" se vuol sopravvivere. Sennò tra 30 anni non avremo più nemmeno i teatri e dell'Opera resterà solo il ricordo.
Qualche settimana fa Fazio, nel suo programma, disse che la lirica dovrebbe far di più per rendersi popolare e presentarsi alla portata di tutti, e che gli addetti ai lavori hanno gravi colpe del fatto che si perda sempre più pubblico e che appassioni sempre meno gente.
Secondo me ha ragione.
Le opinioni sono come le palle! Ognuno ha le sue.......


I critici sono eunuchi che parlano d'amore.


Tutto nel mondo è burla!

vitus
Messaggi: 490
Iscritto il: 10 feb 2006 13:03

Re: Tanto tuonò che piovve (la lirica dalla De Filippi)

Messaggio da vitus » 22 apr 2014 18:11

Chiaky ha scritto:
Vabbè, l'importante è che in programmi di prima serata e molto popolari e seguiti da giovani siano presenti cantanti lirici, e magari non sempre i soliti (la Ricciarelli). La lirica si deve "abbassare" se vuol sopravvivere. Sennò tra 30 anni non avremo più nemmeno i teatri e dell'Opera resterà solo il ricordo.
Qualche settimana fa Fazio, nel suo programma, disse che la lirica dovrebbe far di più per rendersi popolare e presentarsi alla portata di tutti, e che gli addetti ai lavori hanno gravi colpe del fatto che si perda sempre più pubblico e che appassioni sempre meno gente.
Secondo me ha ragione.


Ah, ecco perchè Crozza si è esibito come baritono a Sanremo :D
FILIPPO:
Mio padre, che tra noi la pace alberghi ancor.

L'INQUISITORE:
La pace!

FILIPPO:
Obbliar tu déi quel ch'è passato.

L'INQUISITORE:
Forse!

Rispondi