Argerich, Maisky e Pappano a Santa Cecilia - Schumann, Shostakovich, Saint-Saëns

per discutere di tutto quel che riguarda la musica strumentale
Rispondi
marco_
Messaggi: 256
Iscritto il: 21 gen 2018 14:19

Argerich, Maisky e Pappano a Santa Cecilia - Schumann, Shostakovich, Saint-Saëns

Messaggio da marco_ » 17 dic 2018 08:08

Grande festa per i 460 anni dei contatti tra Roma e Oita in Giappone, dove 20 anni fa la Argerich ha fondato il festival di Beppu.

Nella prima parte lei e Maisky hanno eseguito come amici in salotto l’opera 73 di Schumann e la sonata di Shostakovich. La prima con un impianto quasi espressionista, rubati giocati al limite resi ancor più difficili da tempi velocissimi. La seconda spettrale, in particolare la Argerich ha mostrato un carattere diverso in ciascun movimento: sinistra, sardonica, malinconica, disinvolta. Che privilegio ascoltare questa coppia, per cui il tempo sembra non trascorrere: lei col suo tocco limpido e liquido, lui ha un suono dolcissimo anche quando si esibisce in virtuosismi forsennati, sprizzano gioia nel far musica insieme.

Nella seconda parte Pappano al secondo pianoforte, con due violinisti giapponesi e alcune prime parti dell’orchestra, si sono uniti ai protagonisti nel Carnevale degli animali. Eccezionali l’acquario e il canto del cigno.

Successo molto caloroso, con punte di entusiasmo per la Argerich.



Rispondi