Muti è un (grande) direttore mozartiano? (O dirige Mozart?)

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
Avatar utente
Giulio Santini
Messaggi: 510
Iscritto il: 02 mar 2016 17:29

Re: Muti è un (grande) direttore mozartiano? (O dirige Mozart?)

Messaggio da Giulio Santini » 17 ago 2019 23:51

Che dire del Requiem K 626 inciso da Abbado nel 1999? È il suo disco mozartiano che mi piace di più, tra quelli che conosco, per il resto e in generale le sue registrazioni di brani mozartiani sembrano risentire di una certa asciuttezza di suono molto personale ma che mi sembra funzionare assai meglio in contesti diversi (nel Settecento, col suo Pergolesi): questo che mi sembra un filo conduttore nell'Abbado maturo si sentiva anche dal vivo?



ZetaZeta
Messaggi: 644
Iscritto il: 06 mag 2017 21:03

Re: Muti è un (grande) direttore mozartiano? (O dirige Mozart?)

Messaggio da ZetaZeta » 18 ago 2019 05:47

Ho avuto la fortuna di ascoltare sia il Don Giovanni di Muti-Strehler, che Le nozze di Abbado-Miller. Mi sono piaciuti entrambi e devo rilevare che il suono dal vivo del Mozart abbadiano mi risultò meno asciutto che in disco: e ricordo anche che con quel cast fenomenale (Gasdia, McNair, Gallo...) Le Nozze di Abbado sono state l'esperienza musicale più bella della mia vita.
Ciò nulla toglie al Mozart di Muti, che a mio parere è il migliore oggi dal punto di vista delle dinamiche e dei colori dell'orchestra, considerando anche che Mozart - al contrario di quello che molti pensano - è un autore estremamente difficile, per rendere noioso il quale basta pochissimo.

Avatar utente
paperino
Messaggi: 16581
Iscritto il: 25 set 2003 08:17
Località: Firenze

Re: Muti è un (grande) direttore mozartiano? (O dirige Mozart?)

Messaggio da paperino » 18 ago 2019 12:30

Preferibili dal vivo sia Muti che Abbado. Del secondo in particolare ho ricordi meravigliosi in Don Giovanni e, soprattutto, in Coaì fan tutte e Flauto magico (nonostante, quest'ultimo, con un cast tutt'altro che stratosferico). La trasparenza, la vitalità, la leggerezza, ma anche la divina ambiguità del suo Mozart rimangono ricordi indelebili.
La conversazione languiva, come sempre d'altronde quando si parla bene di qualcuno (Laclos/Poli).

Dr.Malatesta
Messaggi: 3111
Iscritto il: 23 gen 2008 14:06

Re: Muti è un (grande) direttore mozartiano? (O dirige Mozart?)

Messaggio da Dr.Malatesta » 18 ago 2019 16:52

Come spesso accade il disco non rende giustizia: di Muti ho la prova provata e di Abbado mi manca, ma è evidente che dal vivo era ben altro
Matteo

fuor del mar ho un mare in seno

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14038
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Muti è un (grande) direttore mozartiano? (O dirige Mozart?)

Messaggio da mascherpa » 19 ago 2019 05:09

C'è una "firma" bellissima, in questo Forum: "le opinioni sono come le palle, ciascuno ha le sue"...

Ad esempio, non sopportavo come Muti faceva strombazzare Verdi pressoché sempre negli anni scaligeri: il perfetto molto fumo e poco arrosto. Il confronto di tensione drammatica con quel che (parlo sempre di Verdi) s'era sentito dieci o quindici anni prima era, sulle mie palle, devastante, ma il suo ultimo Falstaff agli Arcimboldi (2004) ebbe nel quinto quadro un colpo d'ale (legato, direi inopinatamente, al ricupero e alla valorizzazione degli ascendenti mendelssohniani — lo scrissi già allora nel Forum, in uno dei miei primi interventi) che non c'era stato in tutto quello salisburghese di Abbado del 2001 (in compenso l'intesa con un Raimondo già anzianotto restò irresistibile). Il CD non l'ho mai preso né dell'uno né dell'altro (mi sembra che con Abbado l'avesse poi fatto con Terfel) e non saprei dirne. I Falstaff che musicalmente m'hanno fatto più impressione in teatro restano insomma il primo e, finora, l'ultimo: quello diretto da Votto nel 1961 alla Scala con Ganzarolli, e quello diretto da Francesco Angelico nel 2018 allo Staatstheater di Kassel (di questo anche la regia mi parve eccellente). Chiunque potrà coltivarsi l'opinione che io sia stato sfigatissimo, ma a me pare d'avere avuto una fortuna sfacciata
Giulio Santini ha scritto:
17 ago 2019 18:49
Tra quanto esiste in disco: ascoltare il bellissimo Flauto magico salisburghese del 2006...
Lo sentii dal vivo: durante il primo atto speravo di riuscire a scambiare il posto con un'amica che era a sentire un concerto (di mera routine) nel teatro lì di fianco, ma gl'intervalli non coincidettero. Poi il secondo atto ebbe cose stupende. (Purtroppo non c'è una legge che vieti di spacciare come esecuzioni dal vivo quelle corrette, o anche i collage di serate diverse.)

Credo che possa diffondere un po' di buonumore tra i contendenti notare che, quando c'è di mezzo Abbado, Isotta riesce sempre a scrivere frescate: lo dimostra la frase citata dal Garganese: «il padre non è mai salito sul podio avvalendosi d’una regia del figlio». Ovviamente non è vero: di chi era la regia del Flauto magico che da Reggio è poi andato a Modena e Ferrara?
Der Weg der neuern Bildung geht
von Humanität
durch Nationalität
zur Bestialität

(F. Grillparzer, aprile 1849)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

violamargherita
Messaggi: 1145
Iscritto il: 16 feb 2011 00:19

Re: Muti è un (grande) direttore mozartiano? (O dirige Mozart?)

Messaggio da violamargherita » 19 ago 2019 15:50

Muti non è un grande direttore. Dunque nemmeno è un grande direttore mozartiano.

albertolotti
Messaggi: 138
Iscritto il: 14 ott 2016 14:39

Re: Muti è un (grande) direttore mozartiano? (O dirige Mozart?)

Messaggio da albertolotti » 19 ago 2019 17:25

Ah ah ah... invece Gatti lo è... ah ah ah

Dr.Malatesta
Messaggi: 3111
Iscritto il: 23 gen 2008 14:06

Re: Muti è un (grande) direttore mozartiano? (O dirige Mozart?)

Messaggio da Dr.Malatesta » 19 ago 2019 18:51

violamargherita ha scritto:
19 ago 2019 15:50
Muti non è un grande direttore. Dunque nemmeno è un grande direttore mozartiano.
Ma per favore!!!!!
Matteo

fuor del mar ho un mare in seno

Dr.Malatesta
Messaggi: 3111
Iscritto il: 23 gen 2008 14:06

Re: Muti è un (grande) direttore mozartiano? (O dirige Mozart?)

Messaggio da Dr.Malatesta » 19 ago 2019 20:12

Che poi i gusti non si contestano: a me Abbado non fa impazzire (così come in genere non mi piacciono Bruno Walter o Mitropoulos o Schippers). Ma non mi sogno di dire che non furono grandi direttori
Matteo

fuor del mar ho un mare in seno

violamargherita
Messaggi: 1145
Iscritto il: 16 feb 2011 00:19

Re: Muti è un (grande) direttore mozartiano? (O dirige Mozart?)

Messaggio da violamargherita » 19 ago 2019 21:41

Dr.Malatesta ha scritto:
19 ago 2019 18:51
violamargherita ha scritto:
19 ago 2019 15:50
Muti non è un grande direttore. Dunque nemmeno è un grande direttore mozartiano.
Ma per favore!!!!!
Scusa, dovrei mentire? Non capisco la polemica.

Rispondi